Archive for marzo 2009

«Tavolo comune anti-crisi con industria e commercio»

Posted on marzo 22, 2009. Filed under: gossip news | Tag:, , , , , , |

Nella terza edizione del Forum «Futuro fertile» di settimana prossima a Taormina Confagricoltura presenterà 8 proposte per il G8 agricolo del mese prossimo. In ambito nazionale avete proposto l’istituzione di un tavolo con le altre categorie per affrontare i problemi creati dalla congiuntura.«Confagricoltura è convinta che il settore primario possa svolgere un ruolo di antidoto alla crisi – risponde Federico Vecchioni, presidente di Confagricoltura -. Si tratta di definire come l’agricoltura possa contribuire alla soluzione dei problemi. Non siamo innamorati di liturgie concertative, ma riteniamo che sia necessario un confronto aperto. I richiami di Confindustria e di Confcommercio a una maggiore attenzione del mondo delle piccole imprese indicano delle priorità comuni».In particolare, quali sono gli ambiti di intervento che vi potrebbero accomunare?«Ci sono misure trasversali come l’attenzione alle infrastrutture e ci sono anche misure settoriali come la rottamazione che in fasi recessive possono riguardare anche le macchine agricole. Bisogna capire se sono praticabili oppure no».Ma all’agricoltura cosa serve in questa fase?«Vanno bene misure congiunturali come l’estensione della durata della cassa integrazione anche se nel nostro comparto il 90% dei lavoratori è a tempo determinato. Ma è necessaria anche una riduzione dell’Iva nel comparto dei suini e vinicolo. Poi servirebbe anche una detrazione di parte del costo del lavoro dall’Irap sopra le 150 giornate lavorative.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=337828

Annunci
Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Bot mai così avari Tassi al minimo storico, 1,079% per i trimestrali

Posted on marzo 12, 2009. Filed under: gossip news | Tag:, , , , , , , , |

Sarà la morsa della crisi. Oppure la crescente voglia di sicurezza. O, ancora, i brividi da capogiro della Borsa. O, tutte e tre le cose messe insieme. Resta il fatto che le famiglie italiane continuano a investire massicciamente nei Bot nonostante i tassi siano in continuo calo. Anzi, con l’asta di ieri, hanno segnato il minimo storico: il rendimento del Bot a 3 mesi è sceso infatti all’1,079% lordo, mentre quello del Bot annuale è calato fino all’1,315% lordo.Si tratta di rendimenti che, al netto delle trattenute fiscali e delle commissioni bancarie diventano dello 0,56% (per il Buono del Tesoro trimestrale) e dello 0,85% (per il Bot annuale). Una caduta repentina e senza soluzione di continuità che ha visto una brusca accelerazione nell’ultima parte del 2008: basti pensare che il rendimento lordo del Bot annuale era al 4,31% a settembre 2008, e ha cominciato a scendere al 3,05% il mese successivo per poi ridursi, di mese in mese, fino all’attuale 1,315 per cento.Ma che cosa significa questo per l’investitore? Innanzitutto è bene precisare che la contrazione del tasso di rendimento dei Bot rispecchia un andamento di fondo del mercato e ha riflessi diretti anche sugli altri strumenti del mercato monetario.Ne deriva, così, che pure gli investitori di fondi comuni di liquidità, degli Etf monetari (cioè fondi quotati in Borsa che replicano l’andamento del tasso Eonia (il tasso d’interesse medio giornaliero interbancario determinato dalla Bce) e dei pronti conto termine, sono destinati a percepire nei prossimi tre, sei e 12 mesi interessi in linea con quelli offerti dai Bot.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=335152

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Novità La prima fiction in digitale prodotta in casa Mediaset

Posted on marzo 12, 2009. Filed under: gossip news | Tag:, , , , , , |

Il digitale Hd, e cioè una nuova tecnologia che permette di realizzare un prodotto di alta qualità, con grande facilità di trasmissione su tutte le piattaforme. Cinelandia, e cioè gli studi di Cologno Monzese. E, infine, quel mix di volti conosciuti e nuovi. Nasce su questi tre pilastri il primo film interamente studiato, pensato e realizzato da Mediaset, «Non smettere di sognare», regia di Roberto Burchielli, in onda a fine maggio. Le maestranze sono quelle dall’azienda, fra gli interpreti una giovane star lanciata da Canale 5, la Eva dei «Cesaroni» Alessandra Mastronardi, e Roberto Farnesi. Il film è un po’ favola a lieto fine e un po’ romanzo di formazione stile «Piccole Donne». Al centro della scena c’è una ragazza genovese con un patrigno «deviante», attaccato alla bottiglia. Lei, che non a caso si chiama Stella, sogna di ballare. E siccome siamo nel terzo millennio, alla fine brillerà sotto le luci di un talent show stile «Amici». Dopo anni di fiction (gli investimenti sono passati dai 153 milioni di euro nel 2002 ai 237 del 2008), Mediaset punta molto su questo suo primo film: «Per poter esportare i nostri prodotti è necessario sviluppare le nuove tecnologie – afferma il direttore della fiction Giancarlo Scheri – anche considerando che portano ad un considerevole risparmio di budget».

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=335177

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...