Archive for settembre 2013

Fotografo in Nicaragua: Lavoro in Italia? Poca offerta. Qui mi sento utile

Posted on settembre 4, 2013. Filed under: Uncategorized | Tag:, , , |

Sono state le prime cose che si è detto Paolo Proserpio, 32 anni, appena ha rimesso piede in Italia dopo quattro mesi in giro per Leon, la seconda città più grande del Paese centroamericano, a scattare fotografie per matrimoni e feste di compleanno.

Una pausa di due mesi in provincia di Lecco, dove è nato, per capire a mente fredda che la sua avventura sarebbe diventata una scelta di vita.

Prima di Leon, da giugno a settembre, ho viaggiato in bus dallo Yucatàn al Costa Rica: mi sono innamorato di quei posti, ho pensato che ormai li conoscevo abbastanza per cercarmi un lavoro.Come fotografo, magari per una delle tantissime ong attive in Nicaragua: gli è sembrata l’idea migliore, visto che nei villaggi ce ne sono pochi e usano ancora il rullino.

Nel frattempo ha messo in piedi Bankiletto: un’attività di produzione e vendita di letti realizzati con i bancali insieme a una comunità di ex tossicodipendenti di Lecco.

 Fonte:  ilfattoquotidiano.it /2013/09/01/fotografo-in-nicaragua-lavoro-in-it alia-poca-offerta-qui-invece-mi-sento-utile/693349/

Annunci
Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Mps, quale futuro

Posted on settembre 4, 2013. Filed under: Uncategorized | Tag:, |

A frenare la piena efficacia delle misure predisposte sono tuttavia due fattori, uno interno e uno esterno al Monte: Bruxelles e l’incapacità della Fondazione Mps (che ha in mano il 33,4% di Rocca Salimbeni) di eleggere una dirigenza che possa porsi come interlocutore con la banca da un lato e con i nuovi potenziali soci.

Il doloroso piano di risanamento di Mps passa infatti anche dalla ricerca di nuovi azionisti in grado portare linfa alle casse di Rocca Salimbeni, svuotate dall’acquisizione di Antonveneta, colossale (10 miliardi di euro, più di quanto la stessa rocca Salimbeni capitalizzasse all’epoca) e economicamente disastrosa (la sola Fondazione ha dovuto sborsare oltre 4,4 miliardi di euro in due differenti ricapitalizzazioni successive all’operazione) del 2007.

Al momento però non ci sono offerenti all’orizzonte disposti ad aprire il portafoglio per entrare nel capitale della banca più antica del mondo con l’aumento di capitale da almeno un miliardo di euro (due qualora la banca dovesse aderire alle recenti richieste di Bruxelles) già messo in rampa di lancio da Profumo e Viola.

Oggi palazzo Sansedoni si ritrova coperta di debiti (nel 2012 sono scesi a 465 milioni rispetto ai 703 milioni dell’anno prima, ma rappresentano comunque il 60% del patrimonio netto), un bilancio in rosso (l’esercizio si è chiuso con una perdita di 193,7 milioni rispetto al rosso di 331 milioni del 2011) e con risorse praticamente azzerate.

 Fonte:  economia.panorama.it /aziende/mps-fondazione-profumo-viola

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...