usa today news

Si allarga lo scandalo del latte contaminato: 6mila i bimbi intossicati

Posted on settembre 18, 2008. Filed under: usa today news | Tag:, , , , , , , |

Cresce la rabbia popolare in Cina per l’allargamento dello scandalo del latte contaminato mentre ieri sono saliti a tre i bambini morti a causa del latte in polvere alla melammina – sostanza utilizzata per la fabbricazione della colla e della plastica -, che, secondo un nuovo bilancio ufficiale, ha fatto ammalare finora più di 6.200 neonati, una cifra cinque volte più alta di quanto annunciato in precedenza. Più di 150 tra loro hanno sofferto un blocco renale. Pechino ha ammesso che nel settore vige un caos ingovernabile, e ha deciso di lanciare una serie di test sui prodotti a base di latte. Una verifica ha rivelato che un quinto delle 109 aziende esaminate utilizzavano la melammina, sostanza vietata negli alimenti. Intanto lo scandalo ha coinvolto anche un’azienda europea. Il gruppo lattiero scandinavo Arla Foods ha annunciato ieri il ritiro di alcuni prodotti a base di latte in polvere contaminati con la melammina e fabbricati dal suo partner cinese.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=291316

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Lo scrittore ribelle: «Ecco perché il cinema è il nemico da battere»

Posted on agosto 11, 2008. Filed under: usa today news | Tag:, , , , , , , , , |

da LocarnoCon quel nome, Chuck Palahniuk piace molto a chi segue la moda cinefila e se poi l’autore americano di tendenza, amato per lo più dai giovani lettori, porta a Locarno la commedia nera Choke (in inglese significa: «Soffocato»), lo scioglilingua modaiolo è fatto e la scena rubata. Ieri, infatti, doveva essere la giornata di Anjelica Houston, l’attrice e regista americana, figlia di John, alla quale il festival assegna l’Excellence Award in absentia (l’artista pare si sia infortunata), sicché focus su Palahniuk e sul suo ironico romanzo. Cui s’ispira il film dell’esordiente Clark Gregg, americano classe 1962. «Per quanto mi riguarda, la rappresentazione artistica della vita dev’essere improntata alla commedia e non alla tragedia», esordisce il romanziere, noto al largo pubblico dopo la cinetrasposizione, ad opera di David Fincher, del racconto Fight Club. «Ci avrebbe pensato la Chiesa, durante il Medio Evo, a volgere in dramma normali fatti di vita», spiega l’eccentrico scrittore. A questo punto, per lui, sotto la categoria «normali fatti di vita», rientrano anche quelli strampalatissimi e così ben raccontati in Choke, le cui immagini forti (vomiti procurati, amplessi tremendi, repellenze fisiologiche d’ogni specie) «possono urtare la sensibilità di alcuni spettatori», è l’avvertenza in sala. Certo, il protagonista Victor Mancini (Sam Rockwell) è una strana creatura: drogato di sesso, studente di medicina assai scadente, ammazza il suo tempo tra il parco divertimenti, in cui lavora, e le assemblee di «sessuomani anonimi», dove va a caccia di prede.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=282285

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...